Il Foggia e Iemmello rinascono a Carpi: da oggi inizia un altro campionato

Il Foggia dal “Cabassi” di Carpi porta a casa una vittoria “sporca” figlia del cuore e della grinta che Agnelli e compagni hanno gettato in campo in terra emiliana. Bisogna però riconoscere che il lavoro di mister Padalino comincia a dare i frutti sperati se è vero come è vero che i rossoneri hanno dimostrato di stare meglio fisicamente e che finalmente si siano calati nella mentalità giusta della categoria. Fatto ne sia che nella situazione attuale di classifica e che allo stato attuale delle cose nessuno si lamenterà se il Foggia faccia risultato pur non giocando il miglior calcio. Rossoneri in campo con un iniziale 3-4-3 con la sorpresa Boldor in difesa al fianco di Tonucci e Martinelli e Ranieri spostato più avanti sulla linea dei centrocampisti. In avanti il tridente Galano-Mazzeo e Iemmello per mettere in ansia la retroguardia biancorossa. In panchina il nuovo arrivato Greco che solo nella giornata di ieri ha raggiunto il ritiro del Foggia fresco di convocazione. E’ stata la giornata di re Pietro Iemmello che con una doppietta e’ tornato a recitare da bomber opportunista dell’area di rigore. Alterne fortune per Noppert che è stato gioia e dolori in questo match. Due salvataggi nel primo tempo, uno svarione in occasione del pareggio annullato per fuorigioco di Arrighini ma strepitoso in occasione del calcio di rigore neutralizzato a Vitale. Tre punti fondamentali raggiunti anche con un pizzico di fortuna che come si dice premia gli audaci. Tutto sommato è cominciata bene la settimana che tra oggi e venerdì prossimo potrebbe rappresentare davvero la svolta di questa stagione. Mercoledì sarà discusso il ricorso del Foggia avverso la penalizzazione di otto punti comminati ad inizio stagione e poi venerdì sera nell’anticipo serale con il Crotone il Foggia si gioca davvero una buona fetta di futuro in questa stagione.

Comincia bene il Foggia che al 9′ va in vantaggio. Galano dalla destra lavora un buon pallonetto e imbecca in area l’accorrente Iemmello che conclude a rete. Palla sul palo che ritorna in campo e lo stesso bomber anticipando i difensori di casa infila inesorabilmente Colombi che nulla può nell’occasione. 0-1. Al 20′ i padroni di casa si rendono pericolosi. Marsura si trova solo davanti a Noppert che oppone il proprio corpo alla conclusione del calciatore evitando la capitolazione. Al 37′ e’ ancora  Noppert sugli scudi. Appoggio di Vitale a Vano che imbecca ancora Marsura. Il neo biancorosso in diagonale conclude ma trova ancora l’estremo difensore rossonero sulla sua strada pronto a sventare la minaccia. 43′ Jelenic su calcio di punizione para a terra Noppert. Si va al riposo con il Foggia avanti di una rete a zero.

Si torna in campo con gli stessi schieramenti dei primi quarantacinque minuti. Al 56′ Marsura supera in corsa Tonucci ma conclude clamorosamente sull’esterno della rete. Al 58′ mister Padalino richiama Ranieri, che comunque stava facendo bene, e manda i non campo Rubin. 63′ Foggia pericoloso con Galano che su calcio di punizione impegna Colombi. Un minuto dopo lo stesso calciatore foggiano lascerà il campo per Busellato. Al 73′ l’episodio del gol annullato al Carpi. Calcio di punizione dalla sinistra di Jelenic, Noppert non trattiene ed Arrighini infila la rete rossonera. Gol però annullato per l’evidente posizione di fuorigioco dell’attaccante mandato in campo da cinque minuti.  80′ La gara potrebbe prendere una piega diversa. In area Zambelli commette un fallo su Arrighini e per i loro direttore di gara Pillitteri è calcio di rigore. Dal dischetto Vitale che indirizza la sfera nell’angolo alla sinistra di Noppert che si distende e va a deviare in angolo evitando il probabile pareggio dei padroni di casa. Nel calcio si dice gol sbagliato gol subito ed infatti all’83’ su una ripartenza Zambelli lancia Iemmello che inarea vince un rimpallo ed insacca alle spalle di Colombi chiudendo definitivamente la contesa. 0-2. Castori prova a mandare in campo anche il giovane Romairone nel tentativo di offendere la porta rossonera. Ma sarà ancora il Foggia al 91′ in pieno recupero a sfiorare la terza marcatura con Mazzeo che trova sulla sua strada Colombi pronto alla deviazione di piedi. Vittoria doveva essere e vittoria è stata per il Foggia che è stato seguito anche a Carpi da oltre 1.500 supporters che hanno fatto sentire il loro apporto per l’intero match.

(Visitato 26 volte, 1 visite odierne)

Informazioni sull'autore dell'articolo

Potrebbe interessarti anche

LASCIA IL TUO COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *