Il Paese della Fantasia, Vieste pronta a vivere il suo Carnevale

Il Paese della Fantasia, Vieste pronta a vivere il suo Carnevale

Il Paese della Fantasia non sarà solo immaginazione. Sarà vita vissuta, sorriso, partecipazione. È questa la convinzione che ha mosso la società di eventi Studio360 a proporre, in collaborazione con il Comune di Vieste, la seconda edizione del Carnevale viestano, intitolato appunto “Il Paese della Fantasia”.

Martedì 25 febbraio, a partire dalle ore 10, corso Fazzini si riempirà di colore ed entusiasmo; l’entusiasmo dei bambini, con i loro vestiti ricchi di creatività, ma pure dei genitori, che trascorreranno con i loro piccoli una giornata diversa, un momento di straordinaria sospensione rispetto alla routine di ogni giorno.

L’evento durerà tutta la mattinata e sarà caratterizzato da una lunga sfilata di mascotte, quelle più amate dai piccoli. Supereroi e personaggi del mondo Disney, idoli di bimbi e bimbe, con cui scattarsi foto, scherzare, ballare, divertirsi.

“Ci piace l’idea – afferma Rossella Falcone, assessore al Turismo di Vieste – di associare alla nostra realtà anche una ricorrenza come il Carnevale. Con il Paese della Fantasia vivremo una giornata all’insegna del calore, dell’entusiasmo, del divertimento. Sarà bello vedere i nostri piccoli sorridenti e meravigliati, riscontrare nei loro volti lo stupore di vivere con i propri eroi una giornata di puro incanto”.

L’evento sarà ricco di sorprese e caratterizzato anche da momenti spettacolari, nella convinzione che una “perla” come Vieste debba essere valorizzata ogni giorno dell’anno, anche se si è “solo” a febbraio. “Vieste è magnifica – affermano dalla società Studio360 – e deve essere valorizzata sempre. Carnevale è una festa che si sposa benissimo con la magia che già spontaneamente caratterizza Vieste. Abbiamo voluto lanciare, anzi rilanciare, visto che è la seconda edizione, il Carnevale viestano. Ci crediamo e vogliamo fare in modo che diventi una bella abitudine per tutta la città”.

“Abbiamo voluto organizzarlo in un giorno festivo – spiega Graziamaria Starace, assessore alla Socialità di Vieste – per avere la presenza di tanti bambini. Carnevale è anche tradizione, cultura, riscoperta del nostro passato e sguardo affascinato verso il futuro. Per questo motivo è davvero stimolante questo connubio con gli insegnanti. Istituzioni e scuola non possono che andare a braccetto”.

(Visitato 30 volte, 1 visite odierne)

Informazioni sull'autore dell'articolo

Potrebbe interessarti anche

LASCIA IL TUO COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *