SAN GIOVANNI ROTONDO:   I.C. “PASCOLI FORGIONE” A BUCAREST

 

 

                       I.C. “PASCOLI FORGIONE” A BUCAREST

              PRIMA MOBILITA’ ERASMUS PLUS (11-16 NOVEMBRE 2018)

     “Similarities, Attitudes, Motivation and Emotions – The S.A.M.E. Project”

 

Una delegazione dell’I.C. “G. Pascoli-Forgione” di San Giovanni Rotondo costituita dalla coordinatrice del progetto, prof.ssa Anna Maria Scrimieri, dalla docente di Lingua Inglese prof.ssa Maria Covino e da quattro studenti delle classi terze della Scuola Secondaria, si è recata a Bucarest per la prima mobilità del progetto Erasmus plus “Similarities, Attitudes, Motivation and Emotions – The S.A.M.E. Project”.

La scuola ospitante, “Scoala Gimnaziala Pia Bratianu” ha organizzato quattro giorni di intense attività che hanno visto coinvolti, alunne e docenti dei sei paesi partner (Italia, Bulgaria, Turchia, Romania, Regno Unito e Portogallo).

Alla calorosa accoglienza del primo giorno e alla presentazione delle diverse scuole partner hanno fatto seguito diversi interventi, che hanno creato occasioni di apprendimento attivo all’interno delle classi favorendo inclusione e collaborazione tra i ragazzi e gli stessi docenti. Si sono succedute lezioni pratiche come “Happy pickles”, “Message apple”, improvvisazione di

canzoni ad attività di escursione, quali la visita al Castello di Dracula, alla TV nazionale, al Parlamento, al Museo dei Contadini, alla Banca Nazionale.

L’entusiasmo dei ragazzi e dei docenti coinvolti ha sicuramente soddisfatto una delle priorità del progetto, quella di favorire un’inclusione attiva, di estendere la cooperazione per sviluppare una maggiore consapevolezza dell’Europa e nello stesso tempo raccogliere varie esperienze di insegnamento per il coinvolgimento di tutti gli alunni

La partecipazione dell’Istituto Comprensivo “G. Pascoli-Forgione” a questo partenariato Erasmus plus rappresenta un’opportunità di cambiamento in una dimensione europea, per stimolare processi di innovazione, miglioramento e promuovere i valori dell’inclusione e della tolleranza.

Questi i docenti referenti del sei paesi partner.

(Visitato 165 volte, 1 visite odierne)

Informazioni sull'autore dell'articolo

Potrebbe interessarti anche

LASCIA IL TUO COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *