“SECONDO ME …….. “I VALORI DI LIBERTA’ E DEMOCRAZIA SONO ANCORA ATTUALI ? SIAMO CITTADINI O SUDDITI ?============

SECONDO ME …….. “

I VALORI DI LIBERTA’ E DEMOCRAZIA SONO ANCORA ATTUALI ? SIAMO CITTADINI O SUDDITI ?

Un fenomeno che tocca tutti i movimenti e tutte le formazioni politiche.

============

Gli interrogativi che ci siamo posti non sono peregrini soprattutto in questo periodo storico in cui saremo chiamati a breve ad esprimere le scelte elettorali in occasione del rinnovo degli organismi rappresentativi della Comunità europea, del consiglio comunale ed ancora, del consiglio regionale e così via.

La prima domanda che ci poniamo è la seguente : quale è il nostro comportamento nei confronti del Potere?

Si ha l’impressione che molti subiscano il fascino ed una certa soggezione psicologica nei confronti di chi detiene il potere.

Come,altrimenti spiegare le ragioni per le quali determinati soggetti avvezzi a gestire cariche pubbliche detengano veri e propri pacchetti elettorali da smuovere da sinistra a destra e viceversa, secondo le circostanze e le convenienze del momento e del tipo di strategia politica ?.

Quali funzioni oggi svolge una parte dei politici?: una opportunità per migliorare le nostre comunità oppure un mezzo per consolidare i beni personali e degli amici ,conoscenze,alleanze eccetera,eccetera?.

Il famoso c.d. bene comune è soltanto un trofeo da sventolare ai quattro venti o,invece, l’obiettivo reale ,la meta agognata di un programma elettorale?.

Il traguardo della corsa spasmodica verso la conquista del Potere e verso i Potenti non conosce né ostacoli né remore di ogni sorta : in questo sforzo agonistico l’uomo può essere ancora considerato “ cittadino” o ,senza che se ne accorga, scende al rango di mero “suddito”, pronto ad assecondare il Potente di turno?.

In un n Paese che si rispetti, gli elettori dovrebbero sempre e soltanto chiedere agli aspiranti amministratori di attuare, nel rispetto delle regole e del diritto, le opere che migliorano la vita dell’intera collettività e non pensare a risolvere,magari per vie traverse e contra legem , le problematiche strettamente personali.

Occorre che la politica ritorni ad essere la più alta e nobile delle attività intellettive dell’uomo,come insegnavano con lungimiranza i nostri Pensatori più illustri. Il fenomeno sociale è diffuso in tutti i movimenti ed in tutte le formazioni politiche.

Lo scenario attuale nazionale è forse il risultato di una distorta visione della realtà ?

E’ difficile rispondere a simile interrogativo e certamente una simile visione manichea è bandita dalla nostra cultura cattolica.

Giuseppe Pizzìcoli

(Visitato 65 volte, 1 visite odierne)

Informazioni sull'autore dell'articolo

Potrebbe interessarti anche

LASCIA IL TUO COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *