Adottauninghiottitoio

#Adottauninghiottitoio è una azione di cittadinanza attiva che il Circolo “lo Sperone” della Legambiente di San

Giovanni Rotondo promuove dal 2012 per sensibilizzare la città sul tema del consumo del suolo, della tutela e la cura

del patrimonio carsico. L’iniziativa nasce successivamente agli episodi alluvionali a partire dal 2009, e aggravati

dall’alluvione del 2014, che hanno interessato la conca alluvionale della città, lottizzata a partire successivamente al

2006.

Adotta un inghiottitoio annualmente si prende cura delle sistemazioni

idrauliche che i volontari hanno realizzato manualmente su Monte Castellana interessata con le piogge alluvionali del

settembre 2014 da due evidenti fenomeni di smottamento, noto quello della frana scurcia su cui pende un impattante

intervento di “messa in sicurezza”. Mentre le opere realizzate di volontari hanno inteso dimostrare come,

ricondizionando lo scorrimento superficiale delle acque meteoriche in testa allo smottamento, per convogliarle nelle

cunette e nelle aperture carsiche della montagna, può costituire un intervento di mitigazione del rischio idrogeologico.

Inoltre molti altri piccoli interventi possono essere messi in atto, allo scopo di alleggerire la quantità di acqua che

normalmente si riversa sulla città a valle.

Sabato 16 in collaborazione dell’amministrazione comunale e del centro di accoglienza Hotel Mir, i volontari si sono dati appuntamento, per fare gli interventi di pulizia dei canali in zona Monte Castellana, e per permettere all’acqua piovana di defluire senza recare danni.

Forse non tutti sanno che sulla montagna delle Clarisse ci sono degli inghiottitoi naturali, corsi e deviazioni, costantemente monitorati e puliti, per far sì che l’acqua piovana non arrivi tutta in città, ma venga dirottata. Ciò evita anche eventuali frane. Lode all’associazione di Legambiente, composta da persone che volontariamente svolgono tutto ciò per amore del nostro territorio e per tutti noi. Oggi ho avuto l’onore di dare il mio piccolo contributo e soprattutto di conoscere qualcosa del mio territorio, che prima non conoscevo. Grazie anche ai ragazzi del centro di accoglienza Hotel Mir che ancora una volta si sono messi a disposizione e continuano a mostrare voglia di integrazione” Le dichiarazioni del consigliere Michele Pio Lombardi, presente all’iniziativa, inoltre aggiunge il consigliere “si è parlato di un argomento molto caro: la sicurezza e la prevenzione. Temi e deleghe trattati con l’assessore al ramo Mimmo Longo e all’interno della seconda commissione, di cui faccio parte. L’idea è di realizzare a Settembre una o più giornate di prevenzione ed informazione per tutti noi, sulle buone norme da seguire in caso di alluvione o terremoto”.

(Visitato 29 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *