Altro che play-off. Il Foggia e’ gia’ in vacanza! Il Cittadella si impone 3 a 1.

Doveva essere il match del riscatto dopo il mezzo falso e la delusione del derby con il Bari di sabato scorso. Così non è stato perchè gli uomini di Giovanni Stroppa hanno mandato in scena una delle più brutte esibizioni in trasferta di questo campionato di serie B. Il tecnico rossonero smentisce se stesso a distanza di sette giorni. Dopo aver difeso a spada tratta l’estremo difensore Enrico Guarna, reo di aver regalato il gol del pareggio ai cugini baresi nel derby, lo spedisce in panchina mandando tra i pali l’olandese Noppert. In difesa confermati Calabresi, Camporese e Loiacono le altre novità riguardano il reparto di centrocampo con Agnelli dal primo minuto in luogo di Agazzi e l’utilizzo di Rubin a sinistra che sostituisce l’infortunato Kragl. E l’assenza del tedesco si è fatta sentire non poco sulla fascia esterna di sinistra. Torna “normale” il Foggia nel giorno in cui avrebbe dovuto pigiare sull’accelleratore per continuare a regalare un sogno al fantastico popolo rossonero che anche oggi al “Tombolato” ha fatto sentire la propria presenza nel settore ospiti. Rossoneri mai in partita e che hanno mostrato tutti i limiti di questo momento con vecchi errori che sono riaffiorati come ad inizio stagione. Una formazione apparsa per lunghi tratti svuotata ed incapace di tenere testa agli avversari. Quasi una rinuncia a credere in un traguardo di prestigio. L’unico momento in cui il gruppo ha dato l’impressione di poter portare a casa un risultato positivo è stato nell’occasione del pareggio di Ciccio Deli che anche oggi è stato sicuramente il migliore in campo.

Parte bene il Foggia che sembra voler imporre il proprio gioco come spesso accade lontano dallo Zaccheria. Ma è il Cittadella che già al 9′ vede Noppert protagonista che, per ben due volte, prima su Vido e poi su Schenetti respinge la minaccia dei padroni di casa. Prima frazione scarna di emozioni e gara che si sveglia al 34′ con Kouame che imbecca Vido che calcia a rete ma Noppert è ancora bravo a chiudere lo specchio della porta salvando il risultato. Al 41′ Zambelli perde palla e Vido serve al centro Kouame su cui esce a valanga Noppert che salva dalla capitolazione la propria porta. In chiusura di primo tempo, al 45′, il Cittadella va vicino al vantaggio. Su un cross in area Salvi svetta di testa e manda la sfera di poco a lato. Su questa occasione le formazioni vanno al riposo.

Squadre che tornano in campo con gli stessi effettivi del primo tempo. Al 47′ Mazzeo, servito dalla destra da Deli, va al tiro con la palla di poco fuori dall’incrocio dei pali. Un minuto dopo, 48′, veneti in vantaggio. Benedetti dalla sinistra crossa al centro. Noppert sbaglia i tempi dell’uscita e Kouame tocca la palla di quel poco che basta per spingerla in rete portando in vantaggio il Cittadella. 1-0. Al 57′ il Foggia sfiora il pareggio con Mazzeo che, servito deliziosamente da un ottimo Deli, colpisce il palo alla destra di Alfonso. 61′ Stroppa decide di cambiare. Floriano in campo al posto di Nicastro apparso piuttosto stanco. Un minuto, 62′, ed il Foggia va in gol. E’ proprio Floriano che serve a Deli, dalla destra, la palla da spedire alle spalle di Alfonso incolpevole nell’occasione. 1-1. Neanche il tempo di gioire ed al 63′ il Cittadella si riporta in vantaggio. Vido, da terra, fa da sponda per Schenetti che sotto rete infila Noppert. 2-1. Otto minuti dopo Stroppa manda in campo Beretta per Camporese che nel frattempo era afflitto da crampi. 75′ Il Cittadella dilaga. Kouame serve un assist per Vido che, in diagonale, batte a rete ed insacca alle spalle di Noppert. 3-1.  Gara chiusa e rossoneri che spariscono letteralmente dal campo dimostrando di essere poca cosa a livello psicologico. All’85′ lascia il campo Mazzeo per dare spazio a Tonucci. La gara si trascina stancamente fino al 90′ allorquando il direttore di gara segnala ben cinque minuti di recupero. Non accadrà più nulla fino al 95′ con Floriano che conclude a rete con sfera che termina a lato.

Una sconfitta che lascia con l’amaro in bocca i tifosi rossoneri che, pur non illudendosi più di tanto, avrebbero preferito un epilogo diverso di questo match.

(Visitato 68 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *