BABY PIT STOP IN COMUNE

BABY PIT STOP IN COMUNE

SPAZI APERTI ALLE FAMIGLIE

Primo punto per l’allattamento all’interno di Palazzo san Francesco. L’allestimento grazie a Unicef Italia e Ikea. Rossella Fini: «Vogliamo fare di San Giovanni Rotondo una città baby friendly»

 

SAN GIOVANNI ROTONDO – Sarà presto pronto ad accogliere genitori e neonati in uno spazio appositamente arredato al piano terreno del Comune. Si tratta di Baby Pit Stop, un locale confortevole, allestito grazie alla collaborazione con Unicef Italia e Ikea, che permetterà, in un ambiente protetto, alle mamme di allattare, a proprio agio, e provvedere al cambio di pannolino, lontano da occhi indiscreti.

«Al cuore grande di una mamma abbiamo regalato uno spazio nel cuore della città. Abbiamo previsto un accesso libero, per il momento legato agli orari di apertura del Comune, ma stiamo studiando soluzioni per ampliare l’apertura e consentire maggiore fruibilità di uno spazio che vuole essere vicino alle famiglie e alle esigenze dei più piccoli. Per questo voglio ringraziare per il sostegno il referente locale dell’Unicef e la disponibilità dell’Ikea che hanno permesso di realizzare il Baby Pit Stop a San Giovanni Rotondo, il primo che sarà attivato sul Gargano e che può rappresentare un punto di riferimento per le politiche sociali dell’Ambito territoriale di zona», afferma l’assessora alle Politiche sociali, Rossella Fini.

L’allestimento del Baby Pit Stop avrà costi contenuti per il Comune, che provvederà a mettere a disposizione il locale e renderlo fruibile all’accoglienza, tinteggiando lo spazio, che sarà allestito, grazie a Ikea, con una comoda sedia o poltroncina, un fasciatoio per il cambio del pannolino, giochi per i bambini e opuscoli informativi dell’Unicef e di partner istituzionali.

«Vogliamo moltiplicare gli spazi a disposizione delle famiglie, fornendo nuove occasioni per vincere i disagi legati alla gestione dei neonati, specie quando si è fuori casa. Vogliamo fare di San Giovanni Rotondo una città baby friendly e garantire spazi urbani a dimensione familiare. Partiamo dal nuovo spazio all’interno del Comune, ma contiamo presto di allargare servizi e spazi pensati per le famiglie e per i più piccoli», conclude Fini.

(Visitato 327 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *