FOGGIA, E’ CRISI NERA: SCONFITTA ANCHE A LA SPEZIA

Neanche il cambio di modulo e la lontananza dallo stregato Zaccheria riescono ad allontanare il Foggia dalla terza sconfitta consecutiva dopo Bari e Cittadella. Stroppa prova il 3-5-2, con Floriano e Beretta in attacco. Tanti cross sbagliati e un possesso palla sterile, non servono al Foggia che subisce gol al 31’ da Gilardino (alla seconda marcatura in B), Cinico lo Spezia che capitalizza una delle poche occasioni avute durante la gara, mentre i rossoneri non pungono in maniera decisa.

Gallo manda in campo Gilardino dal primo minuto al fianco di Marilungo. Stroppa cambia modulo, proponendo un 3-5-2 quasi inedito (provato solo ad Avellino per 15 minuti, il risultato fu catastrofico).

Primo tempo con poche emozioni. Ci vogliono 31 minuti per vedere il primo tiro in porta, ed è letale. Cross preciso di Lopez per Gilardino che stacca solissimo in area e incrocia alle spalle di Tarolli. In precedenza lo stesso Gilardino si era inserito in area su cross dalla destra, ma in fuorigioco; all’ottavo minuto un cross insidioso di Lopez è bloccato bene da Tarolli, poi al 29esimo Marilungo prende il tempo a Coletti sulla linea di fondo campo e serve per l’inserimento di Lopez, con deviazione decisiva in angolo. Dopo il gol spezzino, invece, Beretta riceve da Celli, si gira e calcia dal limite dell’area, con palla fuori, poi Gerbo trova Agnelli sulla destra, con Di Gennaro che si difende in angolo nonostante il tiro sembrasse terminare fuori. Primo tempo equilibrato, con il Foggia che ha attaccato di meno rispetto al solito, ma si è difeso con ordine (gol subito a parte). Il solito episodio, sempre a sfavore in questa stagione, condanna i rossoneri allo svantaggio.

Nella seconda parte di gara il Foggia ci prova di più dei liguri, che rischiano parecchio. Gerbo e Floriano tentano dalla distanza in apertura. Chiricò, appena entrato, riceve di tacco da Vacca e calcia di poco al lato, ignorando un solissimo Beretta al suo fianco. Dopo un break dei padroni di casa con Marilungo, che prova ad incunearsi da solo in area rossonera trovando Tarolli in uscita, riparte il pressing offensivo del Foggia. Beretta cerca un cross basso per Vacca, libero in area ma troppo defilato per cercare la porta.

Dopo la girandola dei cambi, a dieci dalla fine, il nuovo entrato Fedato prova il calcio di sinistro dal limite dell’area, con palla alta.

All’86esimo Granoche mette scompiglio nell’area di rigore rossonera, e centra per Vignali che sbaglia nell’area piccola. Un minuto dopo Lopez si incunea in area, Camporese allarga il braccio rischiando rigore ed espulsione, con il terzino sinistro ligure che, invece, viene ammonito per simulazione.

Al 91’ Vacca colpisce di testa debolmente in area, trovando la parata agevole di Di Gennaro. Dopo 4 minuti di recupero, l’arbitro Ghersini di Genova, sancisce la fine delle ostilità e la terza sconfitta consecutiva per il Foggia.

TABELLINO

SPEZIA-FOGGIA 1-0

SPEZIA – Di Gennaro; De Col, Terzi, Giani, Lopez; Maggiore, Bolzoni, Pessina; Mastinu (66’ Vignali); Gilardino (78’ Granoche), Marilungo (64’ Forte). A disp. Bassi, Manfredini, Ceccaroni, Soleri, Augello, Giorgi, Acampora, Masi, Ammari. All. Fabio Gallo

FOGGIA – Tarolli; Martinelli, Coletti, Camporese; Gerbo (67’ Fedato), Agazzi, Vacca, Agnelli, Celli (75’ Rubin); Floriano (60’ Chiricò), Beretta. A disp. Sarri, Sanchez, Lodesani, Loiacono., Calderini, Fedele. All. Giovanni Stroppa

MARCATORI – 31’ Gilardino (S),

AMMONITI – 46’ Agazzi (F), 66’ Agnelli (F), 87’ Lopez (S),

(Visitato 42 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *