Zaccheria tabu’ e la Ternana strappa un pari

Nulla da fare. Non si spezza l’incantesimo Zaccheria. Nel catino amico solo 7 punti conquistati su 21 e anche contro la Ternana la squadra di Stroppa fallisce l’appuntamento con la vittoria. In un clima spettrale in cui le curve contestano il divieto imposto in occasione del derby di Bari, sciopera anche il Foggia. Che nei primi 45 minuti risulta praticamente assente.
La Ternana passa dopo appena 4 minuti: a Tremolada la retroguardia rossonera concede campo aperto e visuale super, al resto ci pensa Guarna che non arriv

a nell’angolino. Avanti di un gol, gli umbri si mostrano superiori nel palleggio e stoppano sul nascere tutte le iniziative di Vacca e soci. Il Foggia, orfano di Maz

zeo costretto a lasciar

e il campo dopo una ventina di minuti (al suo posto dentro Fedato) non trova il bandolo della matassa e praticamente non impegna mai l’estremo difensore umbro, Bleve. Stroppa al 27’ decide di ridisegnare quasi completamente l’attacco: il tecnico fa fuori Chiricò, che lascia tra i fischi dello Zaccheria, e manda dentro Calderini. Tuttavia la Ternana, che pure dalle parti di Guarna ci arriva con insistenza, ha il torto di non mettere de

ntro il gol sicurezza, tenendo in vita un Foggia che prova a cambiare registro e soprattutto marcia nella ripresa anche se in avvio un altro infortunio, occorso q

uesta volta a Celli, costringe Stroppa al terzo cambio: dentro Empereur per Celli. Il Foggia pareggia al 64’: come ad Ascoli, a propiziarlo è un calcio d’angolo battuto d

a Vacca, Loiacono fa la sponda di testa e Beretta, in tuffo, mette dentro. L’1-1 sembra galvanizzare il Foggia e allo stesso tempo spaventa la Ternana, rannicchiata all’indietro e in sofferenza. Ci provano gli avanti rossoneri senza però calibrare bene la mira. Calderini, Beretta e Fedato quasi sempre h

anno le polveri bagnate e quando sparano lo fanno a salve. Il predominio territoriale non è sufficiente a trovare la zampata del sorpasso e nemmeno il lungo recu

pero è utile a propiziare la gioia di un successo casalingo che è ancora da rinviare.

(Visitato 72 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *