Giornata della Memoria. Per non dimenticare…

Oggi 27 gennaio si celebra nel mondo il Giorno della Memoria per ricordare le vittime dell’Olocausto.

Quel giorno di 73 anni fa, infatti, l’esercito russo, la cosiddetta ‘Armata rossa’, riuscì a liberare il Campo di Concentramento di Auschwitz portando in salvo i pochi superstiti. Da quel giorno fu chiaro al mondo intero il genocidio nazista, che giaceva latente sotto l’orrida coltre della Guerra mondiale.

Nelle scuole del Gargano e di tutto il mondo, nella giornata di oggi, ci si riunisce nel ricordo di quelle vite spezzate a causa di un folle ideale senza alcun fondamento scientifico. Si organizzano varie attività che coinvolgono studenti e docenti, da visione di documentari e filmati storici dell’epoca a letture di testimonianze dirette fino a esibizioni musicali per sensibilizzare tutti a non dimenticare.
Non si tratta solo di mera conoscenza scolastica, né di ‘informazioni dell’epoca’. È la memoria storica, quella che, come scrisse Anna Frank, «non si può cancellare» ma che può servire a «impedire che accada di nuovo», per tenere vivo il ricordo di quell’immane tragedia. Per non ripetere gli orrori del passato. Per non dimenticare.
Donne e bambini detenuti ad Auschwitz
Il cancello di Auschwitz. Al di sopra la macabra frase “Il lavoro rende liberi”
(Visitato 78 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *