IL DERBY DEGLI E(O)RRORI: 1 A 1 ALLO ZAC

IL DERBY DEGLI E(O)RRORI: 1 A 1 ALLO ZAC
C’era tanta attesa per questo de

rby con il Bari di questo pomeriggio allo Zaccheria. Un derby atteso lunghi ventuno anni dal popolo rossonero che ha fatto registrare le presenze delle grandi occasioni. Erano in quindicimila a spingere Loiacono e compagni verso una vittoria che avrebbe rilanciato non solo il Foggia nelle parti alte della classifica ma avrebbe vendicato la sconfitta ingiusta dell’andata al San Nicola. Lo abbiamo definito come la sagra degli errori….. per non dire degli orrori. E sì, perchè quello che abbiamo visto quest’oggi tra il 24′ ed il 29′ della prima frazione di gioco ha dell’assurdo. Nella prima occasione Marrone sbaglia completamente il disimpegno e favorisce Deli che allarga a destra per Zambelli che crossa al centro una palla velenosa su cui si avventa Gyomber che, nel tentativo di sventare la minaccia, buca Micai che si vede superare dalla deviazione precisa del suo compagno di squadra. Foggia in vantaggio e Zaccheria che diventa una bolgia. Nella seconda occasione, dopo appena cinque minuti, ci pensa Guarna a vivacizzare il derby di Puglia. L’estremo difensore rossonero, a difesa schierata e con i due esterni in posizione per ricevere palla, sceglie la soluzione peggiore. Rimette centralmente dove Nenè capisce tutto si impossessa della sfera al limite dell’area e solo davanti al numero uno rossonero lo fulmina con una bordata all’incrocio dei pali. La selva di fischi che accompagna il pareggio dei galletti biancorossi è assordante e continuerà ogni qualvolta Guarna proverà a giocare la palla. Due episodi che hanno caratterizzato un derby non certo esaltante ma che, alla luce di ciò che la formazione di Grosso ha saputo costruire per tutto l’arco dei novanta minuti, ha lasciato con l’amaro in bocca i sostenitori rossoneri. Un Bari capace di arrivare al tiro solo due volte e che non ha convinto più di tanto contro un Foggia che aveva avuto un ottimo approccio alla gara.  Tanto il rammarico a fine gara per quello che poteva essere e non è stato.

Giovanni Stroppa conferma la formazione della vigilia con il positivo Calabresi in difesa al fianco di Camporese e Loiacono. A centrocampo fuori Agnelli rientra Deli. Nel Bari, rispetto alla formazione annunciata Fabio Grosso, Marrone, Tello, Basha e Galano preferiti a Diakitè, Petriccione, Busellato e Cissè. A parte i due episodi dei gol la prima frazione di gioco ha offerto poche emozioni. All’8′ un cross in area dalla destra di Zambelli crea scompiglio nell’area barese dove nè Nicastro nè Mazzeo non ci arrivano di un soffio. All’11′ è Greco a costringere Micai ad intervenire per evitare pericoli alla sua porta.  Al 14′ Nicastro si esibisce in una semirovesciata su imbeccata di Zambelli con sfera di poco a lato. 20′ Ancora Nicastro dal limite palla a lato. Il primo tempo, a parte i gol, è tutto qui.

La ripresa riparte con una sospensione del match per qualche minuto per accensione di fumogeni sulla curva nord dietro la porta di Micai. Al 66′ ripartenza barese con Tello che appoggia destra per l’accorrente Iocolano la cui conclusione termina tra le braccia di Guarna. 70′ Stroppa manda in campo Beretta ed Agnelli e richiama Greco e Nicastro. Il tempo di registrare l’ammonizione di Loiacono al 74′ Grosso al 77′ manda in campo Busellato in luogo di Iocolano. 79′ Sul taccuino dei cattivi finisce Basha per gioco scorretto. 80′ Foggia pericoloso. Agnelli recupera palla al limite dell’area barese ed imbecca Mazzeo a sinistra la cui conclusione chiama Micai alla deviazione in angolo. 81′ Esce Camporese infortunato al suo posto Tonucci. 82′ Floro Flores in campo al posto di Nenè. Continuano i cambi. All’83′ lascia il campo anche Galano sostituito da Cissè. All’89′ anche Agazzi si lascia ammonire per un fallo sul diretto avversario. Al 90′ il direttore di gara il Signor Daniele Chiffi segnala sei minuti di recupero. Non accadrà più nulla fino al triplice fischio finale.

Il tabellino

Foggia calcio: Guarna; Loiacono, Greco ( dal 70′ Agnelli) , Kragl, Zambelli, Nicastro ( dal 70′ Beretta), Deli, Mazzeo, Agazzi, Camporese ( dall’80’ Tonucci),  Calabresi. A disposizione: Noppert, Figliomeni, Agnelli, Tonucci, Fedato, Beretta, Duhamel, Martinelli, Rubin, Floriano, Rame’, Scaglia. Allenatore Giovanni STROPPA

Bari: Micai, Sabelli, Basha, Galano ( dall’83’ Cisse’), Improta, Marrone, Balkovec, Tella, Iocolano ( dal 78′ Busellato), Nene’(dall’81’ Floro Flores), Gyomber. A disposizione: De Lucia, D’Elia, Petriccione, Kozak, Anderson, Cassano, Cisse’, Floro Flores, Andrada, Diakite’, Busellato, Empereur. Allenatore Fabio GROSSO

Marcatori: 21′ aut. Gyomberg (B), 29′ Nene’ (B),

Ammoniti: 75′ Loiacono (F), 79′ Basha (B), 90′ Agazzi (F),

(Visitato 86 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *