Il Foggia riprende la marcia: ancora un super Kragl demolisce il Novara

Al Silvio Piola di Novara è andato di scena un Foggia eroico, che in inferiorità numerica per oltre un’ora ha portato a casa tre punti in una trasferta insidiosissima, con un clima gelido (il termometro segnava i -5 gradi).

La partita di oggi comincia bene per i satanelli, che al 13’ passano in vantaggio con il solito Kragl: il tedesco va in gol con un sinistro rasoterra da fuori area che, complice una deviazione, sorprende Montipò e si deposita in rete. I padroni di casa subiscono il colpo e si fanno schiacciare dai rossoneri, che al 21’ arrivano in porta con un tiro debole di Deli. Al 26’ il Foggia rimane in dieci uomini: un nervoso Greco, già ammonito, entra in maniera scomposta inutilmente su Casarini. Per l’arbitro Ros non ci sono dubbi: secondo giallo e cartellino rosso per il centrocampista rossonero. Il Novara prova ad approfittare dalla superiorità numerica con Moscati, che al 29’ sfiora il palo con un tiro a giro. Al 36’ gli azzurri sono pericolosi: Ronaldo mette in mezzo un cross da destra, Camporese tocca di testa all’indietro e manda il pallone in corner. Due minuti dopo i satanelli si riaffacciano in attacco con Kragl, che però non riesce a pescare Nicastro in area.

Nella ripresa i padroni di casa, nonostante la superiorità numerica, non riescono in nessun modo a sopraffare il Foggia. Anzi, al 57’ i rossoneri rischiano di segnare con Kragl, che dopo aver seminato di forza Calderoni e Chiosa, conclude alto. I piemontesi, molto molli, non danno segnali di ripresa. All’85’ arriva l’unica occasione seria da parte dei padroni di casa con Di Mariano, che al termine di una percussione, conclude poco a lato. Nel recupero viene espulso tra le file del Novara il già ammonito Sciaudone per proteste. Dopo cinque minuti di extra-time, il signor Ros fischia la fine della partita: il Foggia sbanca Novara e porta a casatre punti preziosissimi per la lotta salvezza. E lunedi sotto le luci dello Zac supersfida alla capolista Empoli.

(Visitato 1325 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *