IL TERNO DELLA NOTTE ROSA SULLA RUOTA DI S. GIOVANNI ROTONDO

Terza edizione della Notte Rosa. L’ormai tradizionale appuntamento dell’estate sangiovannese, ritorna il 17 agosto, a partire dalle ore 20,30, in piazza Dei Martiri.
Anche quest’anno la kermesse di spettacolo, voci, musica, libri e intrattenimento consentirà di parlare di temi legati alla condizione femminile, «si tratta di un modo tutto nostro di accompagnare con lo spettacolo questioni delicate e spesso cruenti. Una leggerezza che non vuol dire superficialità, ma l’essenza stessa di una manifestazione, che vuole trattare temi seri, senza rivestirsi di retorica e dialettica ad effetto», afferma l’assessora alle politiche sociali, Rossella Fini.
Per l’edizione 2018, piazza De Martiri si trasformerà in un grande salotto, dove gli sopiti e gli artisti potranno colloquiare con gli spettatori ed essere a stretto contatto con loro. Segno, anche questo, di liberare il tema della violenza sulle donne dal diaframma che spesso divide il pubblico dai protagonisti di storie cruente.
Il programma della serata prevede la presenza sul palco di Bianca D’Errico e Giulia Rita D’Onofrio che alla conduzione, alterneranno esibizioni canore e musicali, quasi a fare da colonna sonora alla Notte Rosa sangiovannese. Sul palco anche Vittoria Vescera, imprenditrice coraggiosa che ha saputo ribellarsi al racket delle estorsioni.
Proprio il coraggio è il filo conduttore dell’edizione 2018. La Notte Rosa, infatti, è dedicata alle “Capitane coraggiose” e racconta di “storie daunie al femminile”, le stesse narrate nei libri di Antonella Tafanelli che saranno presentati nel corso della serata.
A salire sul palco anche la giovane cantante sangiovannese Teresachiara Melchiorre, più volte applaudita in manifestazioni canore, e il trio musicale Parisi Trio Social Club.
«L’amministrazione comunale ha dato sempre spazio e fiducia alle donne sin dai suoi primi passi al governo della città. Non è una civetteria politica, ma la consapevolezza di non considerare l’apporto della donna come un obbligo imposto dal legislatore. La Notte Rosa è allora una serata celebrativa, quando invece spesso, parlando di donne, si deve assistere a serate commemorative, visti i fatti di cronaca che riempiono le pagine dei giornali. Il rosa a San Giovanni Rotondo non è seguire una moda momentanea, ma è il colore che tinge ogni azione amministrativa», afferma il sindaco Costanzo Cascavilla.

(Visitato 171 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *