Interessante Convegno a Carpino,”città dell’olio”

Interessante Convegno a Carpino,”città dell’olio”

La rivoluzione tecnologica entra nel ciclo produttivo dell’olio di oliva

__________

Un importante convegno si è tenuto oggi a Carpino – – e non poteva essere diversamente- visto che la piana di Carpino è ricca di secolari alberi di ulivo ed è situata nel Parco Nazionale del Gargano.

L’incontro tra docenti universitari ed esperti del settore ha avuto luogo presso l’Agriturismo Biorussi , azienda agricola leader nel settore, situata tra gli ulivi della piana di Carpino ed il lago di Varano che vanta una lunga tradizione di famiglia nei settori della produzione di olio di qualità e dell’accoglienza con il suo Agriturismo.

Molto stimolante il tema del Convegno che spaziava dalla tradizione all’innovazione ,laddove con il primo termine si intende la conservazione della fedeltà alla qualità del prodotto mentre con il secondo termine si vuole sottolineare l’importanza del miglioramento del prodotto stesso alla luce delle nuove ricerche e nuove tecnologie.

I prof. Alessandro Leone associato presso il Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università di Foggia ed Antonia Tamborrino ,docente dell’Università di Bari – hanno illustrato le innovative tecnologie di estrazione dell’olio attraverso l’utilizzo degli ultrasuoni e delle microonde.

I lusinghieri risultati in via di sperimentazione sono stati raggiunti a seguito di lunghi studi e ricerche condotte sia in Italia che all’estero, e da ultimo in Australia in collaborazioni con gli studiosi stranieri.

L’olio extravergine di oliva ,detto Olio Evo,- ossia quello che si ottiene dalla sola spremitura delle olive sane senza l’aggiunta di additivi chimici – grazie all’impiego degli ultrasuoni nel processo di elaborazione di detto olio, aumenta la resa di estrazione in frantoio, senza che il prodotto subisca alcuna manipolazione degenerativa sotto il profilo della sua genuinità e qualità.

Il futuro prossimo quindi è rappresentato dalle microonde e gli ultrasuoni i quali producono una forma di energia generata dalle onde sonore di frequenza superiori a 16 Khz.

Come leggere le etichettature sul prodotto è stato un altro importante tema del convegno ,illustrato dal dr Michele Laborile della Direzione responsabile della qualità della Monini spa.

Maria Giulia Russi,nipote della capostipite Marì, ha concluso i lavori sottolineando l’importanza della innovazione per superare le diverse criticità del settore facendo sì che l’innovazione dia una resa maggiore e nel contempo la qualità sia preservata sempre.

All’inizio dei lavori, il sindaco di Carpino dott. Rocco Di Brina ed il Vice Presidente del Parco Nazionale del Gargano dott. Claudio Costanzucci hanno assicurato il sostegno ed il plauso delle Istituzioni pubbliche verso le aziende private che guardano al futuro e si attrezzano adeguatamente.

Per conservare il ricordo delle tradizioni,infine,Maria Giulia, la titolare dell’azienda, ha in anteprima mostrato i nuovi contenitori in terracotta che richiamano i caratteri degli antichi orci dove molto tempo fa veniva gelosamente conservato il prezioso oro giallo.

Emozionante è stata la presenza attenta dell’ultranovantenne Marì, capostipite di questa azienda modello.

Giuseppe Pizzìcoli

(Visitato 87 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *