Ischitella, mancanza di parità di genere nella Giunta: eseguito ricorso al TAR

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale è stata presentata, da parte del gruppo consiliare di minoranza “Uniti per Ischitella”, una nota di protesta firmata dalla consigliera Lucrezia Cilenti, per sensibilizzare l’opinione pubblica ed il sindaco sul ripristino della legalità in termini di parità di genere in Giunta. In seguito alla nomina nella Giunta, i consiglieri Cilenti, D’Errico e Maiorano, in autotutela, hanno portato la situazione all’attenzione della consigliera di Parità della Regione Puglia, Serenella Molendini. Tramite l’avvocato Armiento, la consigliera regionale ha depositato una nota di ricorso al TAR, dichiarando illegittimi i provvedimenti di nomina nella Giunta di Ischitella, che in base a quanto richiesto in tale ricorso dovrà perdere un componente di genere maschile per guadagnarne uno femminile.
Tutto questo comporta, a detta dell’opposizione, il rischio di annullamento dell’intero operato della giunta ed un aggravio delle spese legali a carico della collettività.
Al termine del consiglio, Cilenti ha avanzato, a nome del gruppo “Uniti per Ischitella”, la richiesta di intitolazione della nuova struttura socio-sanitaria “Casa alloggio per minori” a nome di Nicolina Pacini, la quindicenne uccisa dall’ex compagno della madre.

(Visitato 72 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *