Manto stradale pericoloso: nel mirino la SP 528

L’art. 14 del Codice della Strada (D. Lgs n. 285 del 1992) dispone l’obbligo dell’Ente proprietario della strada di curarne la manutenzione.

Questa volta a finire nel mirino è la SP 528 che attraversa Vico del Gargano e si conclude laddove inizia la SP 144 che, a sua volta, conduce a San Menaio.

In questi giorni si discute sulla necessità di apportare lavori al manto stradale in quanto i chilometri di percorrenza (25 in totale) mettono a forte rischio non solo i cittadini locali in periodo invernale ma anche i vacanzieri nel periodo estivo.

Alcuni automobilisti segnalano anche la pericolosità della SP 51 (che unisce Vico e Ischitella) a causa dell’assenza di segnaletica sia orizzontale che verticale, del manto stradale danneggiato e della presenza di animali d’allevamento che invadono la carreggiata.

La SP 528 rappresenta il maggior collegamento alle altre strade provinciali per poter raggiungere località turistiche come Vieste, Peschici, San Menaio, Foresta Umbra, Parco Nazionale del Gargano e mete religiose quali San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo.

Ci si aspetta un intervento immediato sulla SP 528, con risultati visibili entro la prossima primavera, che mettano in sicurezza i visitatori estivi ma soprattutto coloro che la percorrono quotidianamente.

Lo svincolo tra la SS 693, la SP 528 e la SP 144.
(Visitato 201 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *