Mattinata: ordinata chiusura ditta di calcestruzzo nociva per la salute

Un’ordinanza del sindaco di Mattinata, Michele Prencipe – redatta dopo la nota acquisita dai carabinieri forestali di Manfredonia – ha imposto la cessazione immediata dell’attività industriale di produzione di calcestruzzo e dell’intera attività industriale da parte della ditta T.F.M. S.r.l..

Secondo quanto riportato dal documento, l’attività dell’azienda era esercitata senza alcuna autorizzazione e ritenuta nociva e dannosa per la salute pubblica; pertanto l’attività resterà sospesa finché non saranno adottati gli strumenti e i meccanismi idonei ad eliminare la suddetta situazione di pericolo.

L’azienda T.F.M. S.r.l., legalmente rappresentata dal signor Bisceglia Vincenzo, che ha sede a Mattinata, Strada Comunale San Benedetto, non presentava infatti alcuna autorizzazione per lo svolgimento dell’attività industriale in atto. Inoltre, a seguito di ispezioni effettuate si è accertato che l’azienda non possedeva alcuna autorizzazione a svolgere attività di produzione di calcestruzzo.

L’inottemperanza al provvedimento comporterebbe l’applicazione dell’articolo 650 del codice penale e delle altre sanzioni previste dalla legge. “Contro la presente ordinanza – dichiara peraltro l’ordinanza – l’interessato può presentare ricorso, entro 60 giorni dalla notifica del presente provvedimento, al T.A.R. Puglia Bari o, entro 120 giorni dalla notifica del presente provvedimento, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica”.

(Visitato 56 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *