Meetup 5 stelle San Giovanni Rotondo: “Ecco la verità sull’impegno per la sicurezza nelle scuole”

Con riferimento al documento stampa diffuso dall’assessore Antonio D’Addetta su un presunto incontro in merito alla vulnerabilità sismica dei nostri edifici scolastici, sono doverose alcune precisazioni affinché i cittadini conoscano tutta la verità in merito:

– in data 16 settembre 2016 è stata protocollata con n. 25335, dal Movimento 5 Stelle cittadino una richiesta di documentazione riguardante l’idoneità sismica dei plessi scolastici di competenza comunale;
– in data 4 ottobre 2016 è stata protocollata con n. 27494, dal Movimento 5 Stelle cittadino, l’interrogazione in merito alla suddetta problematica successivamente discussa nella Question-time dell’11/10/2016;
– nella stessa data dell’11/10/2016 è stato pubblicato un avviso per manifestazione d’interesse finalizzato all’individuazione di professionalità tecniche esterne da invitare ad apposita procedura negoziata per le verifiche tecniche di sicurezza strutturale, vulnerabilità sismica e rischio sismico, dei tre plessi scolastici (“Dante Alighieri” plesso vecchio, “Galiani” e “Forgione”);
– in data 3 novembre 2016 è stata protocollata, con n. 31517, una nota urgente del Dirigente dei Lavori Pubblici Comunale nella quale si richiedono euro 100.000 per la vulnerabilità sismica degli edifici scolastici;
– in data 25-01-2017 con Determina Dirigenziale n.110 è stata nominata la Commissione per la valutazione delle offerte pervenute.
– in data 5 maggio 2017 è stata protocollata, dal Movimento 5 Stelle cittadino, il sollecito per la risoluzione della problematica, ma nonostante le rassicurazioni verbali del dirigente d’Elia sulla disponibilità di palazzo di città, di fatto sono stati bloccati tutti gli atti consequenziale che avrebbe intrapreso una qualsiasi seria Amministrazione per salvaguardare l’incolumità degli operatori scolastici e gli alunni della nostra città;
– in data 5 febbraio 2018 è stato pubblicato un elenco di 1.739 interventi (creare collegamento) per finanziamenti pari a 1,058 miliardi di euro messi a disposizione da subito dal MIUR finalizzati a interventi antisismici nell’edilizia scolastica;
– in data 16-02-2018 è stato pubblicato un documento stampa nel quale l’assessore ai lavori pubblici Antonio d’Addetta affermava che “ da uno studio sullo stato di salute degli edifici scolastici era emersa una spesa di quasi 500mila euro per procedere all’analisi di vulnerabilità, propedeutica a qualsiasi ulteriore intervento di adeguamento e consolidamento degli edifici”. Invece, a noi risulta che l’ing. Capodiilupo Giuseppe Nicola ha prodotto in data 22 ottobre 2015, prot. 29902, quindi anche prima dell’avviso per manifestazione d’interesse, un’offerta pari a euro 93.900,00 escluso IVA, CNPAIA e oneri professionali, per le stesse prestazioni tecniche e sondaggi dei tre plessi interessati.

COME E’ POSSIBILE CHE IN TRE ANNI LA SPESA SI SIA QUINTUPLICATA!!!!

Lo stesso assessore, inoltre, auspica che la Regione Puglia provveda a finanziare con proprie risorse la copertura dei costi dell’analisi di vulnerabilità sismica. Nonostante abbia avuto rassicurazioni verbali in merito, noi a differenza dell’assessore non ci fidiamo di queste “promesse elettorali” e invitiamo lo stesso a ricercare nel bilancio comunale quanto necessario per poter successivamente richiedere finanziamenti di varia natura.
Per problematiche cosi delicate continuiamo ad annoverare assoluta mancanza di programmazione politica e incapacità di produrre progettualità, per accedere a più forme di finanziamenti. Come al solito la delusione è tanta per una comunità che merita molto di più e che da tempo sta “perdendo troppi treni” in più ambiti.
In ultimo, sottolineiamo che le scuole interessate dalle verifiche di vulnerabilità sismica sono tre per cui ci chiediamo come mai non siano stati affidati incarichi diretti sotto soglia utilizzando la “pratica dello spacchettamento “, procedura spesso intrapresa con disinvoltura dai nostri Dirigenti, peraltro prevista dal codice degli appalti per importi inferiori a 40 mila euro.
Il “ MURO DI GOMMA” continua ignorando tutte le segnalazioni e proposte del nostro Movimento e continuando a finanziare opere e manifestazioni che nulla hanno a che fare con quanto richiesto nell’interesse di TUTTI.

(Visitato 178 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *