Orrore a San Nicandro Garganico: abusi sessuali su un minore, arrestato il pedofilo

Anni tormentati da abusi sessuali e minacce per un minorenne di San Nicandro Garganico. L’incubo sembra finalmente volgere al termine per il piccolo, che all’epoca degli abusi aveva solo 7 anni. Il pedofilo avrebbe approfittato del bambino fino al suo tredicesimo anno. Ieri l’orco, P. N., di anni 78, è stato sottoposto ad arresti domiciliari, a seguito di un’ordinanza emanata dal GIP di Bari. Dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata e continuata, di atti sessuali con minorenne e dell’accusa di corruzione.

Le indagini condotte hanno rivelato che l’anziano, un vicino di casa, ha abusato per diversi anni del minore, costringendolo a recarsi presso la sua abitazione per sottoporsi alle violenze; in caso contrario ‘sarebbero stati guai’.

Forte della situazione di disagio economico e familiare del piccolo, il pedofilo ha agito indisturbato per molti anni. I genitori della vittima versavano infatti in condizioni economiche precarie ed erano affetti da problemi di alcolismo. A causa di tali problematiche, il bambino è stato tradotto nel settembre 2013 presso una casa famiglia; solo dopo l’inserimento nella struttura, alla fine del 2016, si è venuti a conoscenza dell’orrore degli abusi sessuali subiti dal piccolo.

In cambio delle prestazioni e del silenzio, l’uomo corrispondeva al minore (oggi 14enne) piccole somme di denaro oppure regalava dolciumi di vario genere. Gli abusi sessuali sono stati perpetrati tutti in precedenza al collocamento del bambino in comunità e sono proseguiti sino alla seconda metà del 2016, quando il Tribunale per i Minorenni di Bari ha vietato i rientri del minorenne in famiglia. I colloqui con la vittima, effettuati dagli psicologi della struttura, hanno lasciato emergere le inquietanti verità su quanto aveva subito da parte del 78enne.

Dopo una lunga serie di audizioni protette, condotte con il supporto degli psicologi, si è riusciti a conquistare la fiducia del piccolo, instaurando un sodalizio che ha evidenziato un quadro allarmante. In assenza di un’adeguata tutela parentale il pedofilo ha consumato per anni i suoi abusi sul piccolo. Le indagini condotte hanno consentito di individuare l’autore dei crimini e di assicurare al minore un futuro privo di abusi e violenze.

(Visitato 231 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *