RETE  FOGNANTE DI  SAN GIOVANNI ROTONDO : UN PROBLEMA IRRISOLTO CHE MINA LA NORMALITA’ DELLA CITTA’

RETE  FOGNANTE DI  SAN GIOVANNI ROTONDO : UN PROBLEMA IRRISOLTO CHE MINA LA NORMALITA’ DELLA CITTA’

 

Compito del cronista, credo sia quello di segnalare i problemi del Paese ,intendendo per problemi, in primo luogo, i servizi pubblici che non funzionano.

Ci limitiamo quindi a soffermarci su una problematica cruciale, quale essa è, quella che fa riferimento all’impianto di fognatura che ha il compito di far defluire le acque c.d. sporche fuori dal perimetro della città.

Da anni, come cittadini assistiamo impotenti al degrado di alcune strade invase dalla fuoriuscita dai tombini di liquami scaricati dalle singole utenze, rendendo irrespirabile l’aria circostante, con il rischio anche di qualche infezione per tutte le persone che si aggirano nel perimetro delle strade interessate dallo sversamento delle acque putride.

Si succedono Amministrazioni ad Amministrazioni, ma nessuna di esse è stata in grado di risolvere il problema sul rilievo che occorrono consistenti fondi da investire per rifare la rete della tubazione, attuata quando il Paese aveva una popolazione di poche migliaia di

abitanti, ed oggi con la crescita demografica, non più idonea a realizzare la sua funzione con efficienza.

Da anni andiamo avanti alla garibaldina con la chiamata della ditta che opera lo spurgo delle fogne per ripristinare il deflusso idrico, ditta che oggi arriva anche con ritardo poiché i mezzi e gli uomini  non si trovano  in città , ma, tempo fa,  a San Marco in Lamis ed, oggi, a quanto pare, a Foggia.

Interventi-tampone che non risolvono il problema, che, anzi, si è aggravato negli ultimi anni ,soprattutto d’estate.

Se poi pensiamo che la città  ha il compito di accogliere i fedeli che provengono da tutte le parti del

Mondo, ci si rende conto che la problematica non è di poco conto anche per la pessima immagine che i fedeli si riportano tornando ai propri paesi.

Tanto per la cronaca, ricordiamo che il problema interessa diverse zone della città ma uno dei punti cruciali dove il fenomeno si presenta con periodicità costante è la zona che interessa viale della Gioventù-incrocio con via De Gasperi e via Di Vagno, una zona ad alta intensità urbana, sede attigua al Mercato settimanale, ad importanti Centri commerciali ed abitativi.

Con riferimento alla citata zona di viale della Gioventù, e solo per citare gli ultimi episodi, non più

lontano di una settimana fa, l’ostruzione della rete fognante ha determinato la fuoriuscita di acque putride e liquami sulle strade pubbliche di quella zona. Ieri sera si è verificato lo stesso inconveniente.

E tutto ciò succede con buona pace degli abitanti della zona  i quali sono ormai stanchi di protestare.

Una unica domanda vorremmo porgere: L’Amministrazione comunale intende adottare qualche provvedimento risolutivo per risolvere il problema anche se sarà necessario stringere accordi con  l’Acquedotto Pugliese ed altri enti?.

 

Giuseppe Pizzìcoli

(Visitato 285 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *