RICORDANDO FORTUNATA, FIGLIA DEL NOTO SINDACO FRANCESCO MORCALDI CERIMONIA DI CONSEGNA DELLE MEDAGLIE IN BRONZO

RICORDANDO FORTUNATA, FIGLIA DEL NOTO SINDACO FRANCESCO MORCALDI

CERIMONIA DI CONSEGNA DELLE MEDAGLIE IN BRONZO

Accadde oggi nel 2015, la cara amica Fortunata terminava il suo cammino terreno. A lei la mia profonda gratitudine per avermi incoraggiato ad appassionarmi a studiare la grande storia di Padre Pio attraverso documenti autentici integrati dai suoi vivi racconti che riguardavano il rapporto tra suo padre e Padre Pio al punto da stimolarmi ad ideare e organizzare importanti eventi per non dimenticare il luminoso esempio di don Ciccio Morcaldi e di tanti altri figli spirituali.

In questa lettera desidero anche rendere pubblico, dopo 15 anni, una esperienza che sarà utile per i cittadini perché su molti argomenti la politica deve unirsi e non dividersi:

  1. Fortunata nel gennaio del 2006 contattava telefonicamente il Sindaco Mangiacotti per chiedergli di organizzare una cerimonia nel suo ufficio del Palazzo di Città al fine di consegnare alcune medaglie in bronzo raffigurante i volti di PADRE PIO e FRANCESCO MORCALDI ( fatte realizzare dal Commissario prefettizio Di Bari ), ad alcune personalità che hanno contribuito a risvegliare la memoria del suo caro papà a 30 anni dalla morte: Antonio Lauriola, Rosario Sorrentino, Italo Caratù e Stefano De Bonis.

  2. Il Sindaco Mangiacotti, rispettoso del ruolo speciale svolto dal Morcaldi nel guidare la nostra città per lungo tempo, rassicurò subito Fortunata con un messaggio << per me è una grande gioia, sarà fatto … definirò tutti i dettagli con Stefano De Bonis >>

  3. Il 1 febbraio 2006 incontravo il Sindaco per definire la data di consegna – programmata per il 31.03.2006 – e altri dettagli della cerimonia nonché le lettere di invito che dovevano essere preparate dal dipendente comunale Giovanni Russo e successivamente da spedire ai destinatari.

  4. Nel mio incontro con il dipendente comunale Giovanni Russo, avvenuto nella prima decade di febbraio, per consegnare gli indirizzi delle abitazioni dei premiati, fui sottoposto ad uno strano interrogatorio sui perché della cerimonia e molto perplesso risposi solo per educazione.

  5. Esattamente il 20 marzo 2006 , consapevole che le lettere ancora non arrivavano ai destinatari mi recavo dal dipendente comunale Giovanni Russo per chiedere lumi, ma le risposte furono molte evasive.

Temendo che vi era nell’aria un tentativo politico di far saltare la cerimonia, mi precipitai nella stanza del Sindaco per comprenderne i ritardi; dopo aver illustrato la situazione, il Sindaco, in mia presenza contattava telefonicamente gli interessati per invitarli a presentarsi venerdì 31.03.2006 alle ore 12,00 nella sua stanza al fine di consegnare le medaglie in bronzo anche in presenza di Antonio, figlio di don Ciccio Morcaldi.

Una cerimonia portata a termine grazie ad un Sindaco che ha fortemente creduto nell’alto valore della memoria del suo illustre predecessore.

Stefano De Bonis

San Giovanni Rotondo, 28.04.2021

(Visitato 107 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *