Ritorno di Nazario Nesta, il messaggio del Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e quello dell’on. Marialuisa Faro

Ritorno di Nazario Nesta, il messaggio del Ministro dello Sport Vincenzo
Spadafora e quello dell’on. Marialuisa Faro

Nazario Nesta è tornato a San Nicandro Garganico (Fg) dopo un anno e
cinque mesi, percorrendo a piedi circa 10.700 km. Un progetto
importante, “Disegnando l’Italia”, iniziato il 19 maggio dello scorso
anno, che l’ha portato a percorrere in solitaria il perimetro
dell’Italia con tappe di 30 km giornalieri.

«Purtroppo l’attuale emergenza sanitaria non ha permesso che si potesse
accogliere al meglio Nazario Nesta nella sua San Nicandro Garganico.
Nazario avrebbe meritato una accoglienza da eroe. Si, un eroe, perché
non tutti hanno il coraggio, e quel pizzico di pazzia, che fa fare
scelte apparentemente incoscienti ma straordinarie, scelte che ti
lasciano un bagaglio smisurato di ricordi, di esperienze e incontri.
Dietro questa impresa c’è un intreccio di legami con l‘Italia, con il
suo territorio e con la sua gente- dichiara la parlamentare del
Movimento 5 stelle, Marialuisa Faro.

Questa impresa resterà nella memoria storica di San Nicandro Garganico,
in tutto il nostro Paese e di tutti gli italiani che ha incontrato. Per
il ritorno a casa avevo in programma una sorpresa per Nazario, mi
sarebbe piaciuto che ad accoglierlo ci fosse stato il presidente del
Consiglio,Giuseppe Conte, ma purtroppo i suoi impegni non gli hanno
permesso di partecipare. Il Ministro dello Sport Vicenzo Spadafora ha
voluto mandare un video messaggio e il presidente della Camera Robero
Fico mi ha annunciato che quando Nazario finirà il suo libro sarà molto
contento di poterlo presentare alla Camera dei Deputati», annuncia l’on.
Faro.

A causa dell’annullamento dell’evento di accoglienza dedicato a Nazario
Nesta, in programma sabato 17 ottobre a San Nicandro Garganico, non è
stato possibile rendere pubblico il video messaggio del Ministro
Spadafora.

(Visitato 36 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *