San Giovanni Rotondo: i carabinieri a scuola nell’ambito del progetto “Il carabiniere nel suo ruolo sociale”

Primo incontro con gli studenti sangiovannesi nell’ambito del progetto “Il carabiniere nel suo ruolo sociale”, organizzato in collaborazione con l’associazione locale dei carabinieri. Il primo appuntamento, introdotto dalla dirigente scolastica Maria Fiore, si è svolto all’istituto Pascoli-Forgione, presenti il sindaco Costanzo Cascavilla, l’assessora Rossella Fini, il capitano Gennaro De Gabriele, il maresciallo Vincenzo Pugliese e il responsabile dell’Anc sangiovannese, Michele Longo. «Il 21 marzo Foggia ospiterà la manifestazione nazionale organizzata da Libera contro le mafie. È una manifestazione importante non solo per il tema affrontato, ma perché si svolge in una provincia come la nostra che sta vivendo una vera e propria emergenza criminale. Tuttavia, senza la collaborazione e l’impegno di tutti, ogni lotta contro la illegalità non potrà mai essere fruttuosa. Ecco perché si è deciso di abbassare l’asticella del coinvolgimento degli studenti, rivolgendoci anche a quelli degli istituti delle scuole primarie, perché le regole vanno rispettate dall’inizio», ha ricordato il sindaco Cascavilla. «Rispettare le regole significa rispettare gli altri e garantire maggiore qualità della vita sia nelle piccole comunità che nei grandi centri urbani. Nell’uno e nell’altro caso a darci un a mano ci sono i carabinieri che hanno una presenza ramificata in tutto il territorio nazionale. Occorre imparare ad essere leali, disponibili, altruisti e pronti a tendere la mano, ed è importante che queste buone pratiche di convivenza sociale siano applicate sin da piccoli», ha concluso il sindaco casca villa. Gli incontri con le scuole sangiovannesi continueranno il 7 marzo con l’istituto Dante Alighieri (appuntamento alle ore 10 nell’auditorium della biblioteca comunale “M.Lecce”) e l’8 marzo all’istituto Melchionda, sempre alle ore 10.

(Visitato 278 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *