SuperKragl e Mazzeo annientano il Carpi

Un Foggia perfetto annichilisce il Carpi con un perentorio 3-0, trascinato da un gol di Mazzeo e dalla doppietta del solito Kragl, sempre più decisivo nello scacchiere di Stroppa. Bottino pieno dei rossoneri contro i biancorossi, dopo il successo dell’andata in Emilia per 1-3.

Circa diecimila le presenze in uno “Zaccheria” che riapre al pubblico dopo il “deserto” obbligato nella gara vinta dai rossoneri contro l’Avellino. Stroppa conferma il 3-5-2 vincente a Palermo, con l’unica differenza di Martinelli titolare al posto dello squalificato Loiacono. Deli e Nicastro confermati, ancora panchina per Scaglia e Duhamel. Calabro risponde con un 4-4-1-1 che vede il rientrante Concas a supporto dell’unica punta Melchiorri.

Il match parte subito a ritmi elevati, con le due squadre che si fiondano con veemenza su ogni pallone. La prima occasione del match arriva al 10′ ed è di marca rossonera: cross perfetto di Kragl dalla sinistra, Mazzeo impatta tutto solo di testa da pochi passi ma Colombi si rifugia in angolo con un colpo di reni intercettando la conclusione centrale. Dieci minuti più tardi però, Mazzeo non perdona: Nicastro servito in profondità, pennella al centro un cross perfetto per la testa del bomber che questa volta trafigge Colombi di prepotenza e porta in vantaggio i rossoneri. Al 29′ il Foggia avrebbe già l’occasione per raddoppiare: azione ben manovrata avviata da Martinelli che lancia per Mazzeo, apertura sul secondo palo per Gerbo che fa da torre al centro per l’accorrente Agnelli il quale però, tutto solo, “cicca” clamorosamente la conclusione fallendo una ghiotta occasione. Il raddoppio però è solo questione di tempo perché i rossoneri dominano in lungo e in largo nel campo al cospetto di un Carpi troppo timido. Il secondo boato dello Zaccheria arriva al 42′ e il merito è dell’ormai solito Kragl che scaglia un gran sinistro su calcio di punizione dai 30 metri che non lascia scampo a Colombi. Terza marcatura in 5 partite con la maglia del Foggia per il centrocampista tedesco. L’ultima occasione del primo tempo è un timido tentativo di Garritano, che con un tiro-cross costringe Guarna a deviare in angolo. Squadre negli spogliatoi con il Foggia in doppio vantaggio.

Calabro ad inizio ripresa manda dentro Nzola per Concas rinforzando il reparto offensivo, con il modulo che passa al 4-4-2 puro. Il copione del match però, resta lo stesso: il Foggia gioca, il Carpi prova a difendersi ma al 56′ crolla definitivamente: Deli fa impazzire tutta la difesa del Carpi dribblando tre avversari in area, serve Kragl che da pochi passi, spara un siluro di mancino che trafigge Colombi. 3-0 Foggia, doppietta del tedesco che sale a quota 4 reti in 5 partite, bottino decisamente insolito per un centrocampista. I due allenatori dopo il tris rossonero, cambiano qualcosa: Calabro manda dentro Calapai per Pasciuti; Stroppa risponde con Zambelli, Duhamel e Scaglia per Deli, Nicastro e Greco, autore tutti di un’ottima prova. Al 72′ Gerbo prova a sorprendere Colombi dai 40 metri, il portiere biancorosso non è perfettonell’intervento e manda palla in angolo. Da qui in poi il match perde di ritmo, con il Carpi che prova ad affacciarsi dalle parti di Guarna senza però ottenere i risultati sperati. L’arbitro concede 3 minuti di recupero in cui da segnalare c’è solo un destro velenoso dalla distanza di Nzola deviata in corner dal portiere rossonero, prima del triplice fischio che decreta la fine delle ostilità.

Vittoria che permette al Foggia di salire a quota 34 punti in classifica, arrivando a due lunghezze dal Carpi fermo a 36

(Visitato 1076 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *