Zac terra di conquista: passa anche il Cittadella

Mentre in tribuna i Sannella flirtano con Follieri i ragazzi di Stroppa crollano in casa contro un buon Cittadella. Difesa da incubo, errori individuali, poca cattiveria sotto porta. Così i satanelli hanno perso l’ennesima partita casalinga, confermandosi più convincenti in trasferta. Ben nove le assenza, alcune molto pesanti. Ma la sconfitta non ha scusanti e i fischi della tifoseria a fine partita sono più che comprensibili. 1-3 il risultato finale per via dei gol di Schenetti, Litteri e Kouame per gli ospiti. Agnelli su rigore per i padroni di casa, per il momentaneo pareggio.

Foggia in campo ancora una volta con gli uomini contati. Tarolli tra i pali; Gerbo, Loiacono, Martinelli, Celli in difesa; Agnelli, Vacca, Agazzi mediani; Calderini, Beretta, Fedato in attacco. Le due squadre si studiano a vicenda ma il primo squillo è proprio del Foggia. Gerbo, autore di un’ottima ripartenza, appoggia su capitan Agnelli, che prova il tiro dal limite dell’area, para Alfonso.

Al 18′ Calderini crossa per Beretta che col sinistro non trova l’incrocio dei pali. Veneti quasi sempre timidi dalla parte di Tarolli. Al 27′ è ancora il Foggia a provarci ma Beretta non trova la specchio.
Basta poco per spezzare l’equilibrio e al 29′ i satanelli vanno sotto. Schenetti firma l’1 a 0 grazie a un tiro deviato nettamente da Loiacono. Il Foggia incassa gol ancora una volta a difesa schierata. Ma al 37′ rigore per i padroni di casa per un vistoso fallo di mano: batte Agnelli, rete! 1 a 1. Un minuto più tardi, però, Litteri di testa trafigge Tarolli sfruttando al meglio un cross dalla sinistra di Schenetti. Tutti negli spogliatoi sull’1 a 2.

Ripresa più viva con i padroni di casa a caccia del pareggio. Su angolo Beretta, di testa, non inquadra lo specchio della porta. Ma al 62′ Kouame gela i rossoneri con un tiro sul quale Tarolli non può nulla. Stroppa si gioca le carte Chiricò e Floriano al posto di Fedato e Calderini. Il Foggia fatica a trovare spazio, con un Cittadella compatto dietro e sempre pronto a ripartire. Venturato cambia: dentro Pelagatti e Settembrini per Benedetti e Chiaretti. Al 73′ Chiricò ne salta un paio e prova il sinistro. Nulla da fare.
Prova a farsi vedere Floriano, che appoggia per Beretta ma il tocco sotto porta è debole. Poco dopo ci prova Agazzi, Alfonso dice no. Ultimo cambio per il Cittadella, dentro Bartolomei per Pasa. Inutile forcing finale. Finisce 1-3. Pioggia di fischi per Agnelli e compagni.

(Visitato 56 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *