Evento celebrativo del Rotary Club di San Giovanni Rotondo dedicato a Joseph Tusiani

Evento celebrativo del Rotary Club di San Giovanni Rotondo

dedicato a Joseph Tusiani

Dal Gargano a Manatthan” il titolo di una serata evento, presso il chiostro del Palazzo comunale della città di San Pio, organizzata dal Rotary Club di San Giovanni Rotondo per celebrare il “Poeta dei due mondi” Joseph Tusiani, nativo di San Marco in Lamis.

Il grande letterato, scomparso l’11 aprile dello scorso anno, è stato al centro di un interessante momento di cultura, coordinato dal socio prof. Michele Schiena, in cui illustri relatori hanno ripercorso la sua opera e la sua vita.

Nell’introduzione il Presidente del Rotary Club di San Giovanni Rotondo, l’Avv. Gianluca Rubino, dopo il rintocco della campana e l’esecuzione degli inni, si è soffermato sull’importanza di tali promozioni culturali, giacchè, come da lui affermato “la cultura può colmare quel vuoto sociale che rischia di essere occupato dall’illegalità. Ci devono essere momenti di cultura, di approfondimenti culturali, che siano da stimolo per i ragazzi prendendo come esempio giganti della letteratura, come Joseph Tusiani”.

Interessante l’intervento del giornalista Rai Enzo Del Vecchio che ha proposto alla platea un ricordo, lungo 20 anni, del Tusiani letterato, avvalendosi di documentari da lui curati provenienti dagli archivi RAI.

Il prof. Antonio Motta, suo editore, ha ricordato la mole di opere letterarie prodotte da Tusiani, i tanti riconoscimenti ricevuti nel corso della sua vita e l’incontro con personaggi che hanno fatto la storia degli Stati Uniti, tra cui il Presidente Kennedy.

Un ritratto dell’uomo Tusiani, di Giuseppe, come ancora oggi viene chiamato nella sua “padula”, è stato amabilmente presentato dalla prof.ssa Maria Pia Fusco, ricercatrice dell’Università di Foggia. Attraverso le sue parole è emersa l’umiltà del letterato garganico, l’attaccamento alla sua terra di origine, San Marco in Lamis, e il suo legame profondo con coloro che hanno sempre rappresentato il fulcro della sua esistenza, la nonna e la mamma.

La lettura delle poesie più significative del Poeta è stata affidata a due brillanti attori, Virginia Barret, per la versione in Italiano e Raffaele Nardella per la versione originale in dialetto Sammarchese.

A conclusione della serata la parola è passata nuovamente al presidente del Rotary Club Avv. Gianluca Rubino, il quale, prima dei saluti finali, al fine di far conoscere al grande pubblico le opere del grande letterato italo-americano, ha lanciato un concorso rivolto alle classi IV e V delle scuole secondarie di secondo grado di San Marco in Lamis e di San Giovanni Rotondo, riguardanti la realizzazione di un elaborato avente come oggetto: il Gargano e l’emigrazione nelle opere di Tusiani.

Ha chiuso l’evento l’Assistente del Governatore del Distretto 2120 del Rotary Club, dott. Attilio Celeste, il quale ha portato i saluti e le congratulazioni del Governatore Prof. Avv. Gianvito Giannelli, esprimendo la sua soddisfazione per l’ottima riuscita della serata.

(Visitato 12 volte, 1 visite odierne)

About The Author

Potrebbe interessarti anche

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *